Angelo Sandri lotta contro il Covid

Grande fiducia sul futuro del partito

Il segretario nazionale della Democrazia Cristiana, Angelo Sandri, ci parla di come sta vivendo la sua delicata condizione di salute, legata al problema Coronavirus e di alcune importanti questioni che riguardano la Dc. Il maggiore dirigente democristiano ha una grande fiducia sul futuro del partito. Egli ci tiene a precisare che in primis esiste una sola Democrazia Cristiana, unica ed indivisibile che tutti ben conoscono nei suoi dati ontologici. La Democrazia Cristiana come precisa Sandri, è ben viva e vegeta ed ha il suo Statuto vigente e ad esso si rapportano per rilanciare il partito dello scudo crociato sul piano politico ed organizzativo come sta avvenendo su tutto il territorio nazionale. 


Segretario Angelo Sandri si sta riprendendo dal Covid-19? 

"La situazione sanitaria appare in buon miglioramento. Sono ancora all'ospedale civile di Palmanova, dove sono ricoverato dal 29.12.2020. I medici sembrano ottimisti e sto rispondendo positivamente alle cure. Febbre riportata a livelli normali e valori respiratori adeguati anche se ancora aiutati da ossigenoterapia".


Come sta vivendo la malattia? 

"Sto vivendo la malattia abbastanza serenamente. Nel senso che con tutte le cose che ci sono da fare avrei fatto volentieri a meno di questa vacanza premio. Però bisogna anche avere pazienza ed affidarci soprattutto alla volontà di nostro Signore".

 

Lei crede nei vaccini? 

"Direi che i vaccini sono questione di scienza e non di fede. Il termine credere, mi pare molto forte. Comunque si credo nella scienza e nei progressi che sta facendo. Il vaccino anti influenza lo stiamo fecendo da anni ed ha aiutato. Spero accada anche per il vaccino anti - Covid. Io suggerisco di tenersi informati dal proprio medico di famiglia. Il parere degli altri esperti prandiamoli a piccole dosi. Mi hanno insegnato a suo tempo che nessuno può essere esperto in tutto nella vita". 


L'ex presidente della Regione Siciliana, Totó Cuffaro, sta sostenendo la sua DC?

"Ho appreso con molto piacere che l'On.Totò Cuffaro, che conosco da tanti anni, ha deciso di impegnarsi fattivamente nel rilancio politico ed organizzativo della Democrazia Cristiana in Sicilia come nel resto d'Italia. Abbiamo anche avuto modo di sentirci telefonicamente e la visione del mondo e delle cose per le vicende democristiane e sostanzialmente omogenea. Purtroppo le difficoltà legate al Coronavirus stanno rallentando un po' i nostri intendimenti operativi. Ma sono sicuro che in questo 2021 riprenderemo con entusiasmo il lavoro pro Dc, peraltro mai interrotto ma solo rallentato, e sicuramente riusciremo a riportare la Democrazia Cristiana nel ruolo che merita sulla scena politica nazionale a servizio della gente e per la gente come ci hanno insegnato i nostri padri fondatori don Luigi  Sturzo, Alcide De Gasperi e Aldo Moro".

clicca in fondo per visualizzare la nostra pagina dedicata alla storia del partito

Intervista a cura del direttore Agrippino Castania

Altri articoli correlati al tema Società

Ecco una breve panoramica sul tema Società .